Vai al contenuto

Come organizzare al meglio le spedizioni in 5 mosse

spedizioni ecommerce
spedizioni ecommerce: come organizzarle in modo efficiente

Spedizioni ecommerce: ecco come organizzarle

In questa mini guida analizzeremo i 5 fattori per organizzare le spedizioni ecommerce in maniera efficiente e profittevole per il vostro store online

  1. Individua i servizi accessori nelle spedizioni ecommerce
  2. Evadi rapidamente gli ordini
  3. Esponi chiaramente i tempi di consegna
  4. Affidati a più corrieri per le spedizioni ecommerce
  5. Avvisa i clienti in caso di problemi

1. Individua i servizi accessori nelle spedizioni ecommerce

Per i prodotti smontati, dal montaggio complesso o che necessitano di installazione (es. grandi elettrodomestici) il fatto di proporre (gratuitamente o a pagamento) il montaggio e/o l’installazione può rappresentare un mezzo per convincere i clienti che hanno difficoltà ad individuare una figura specializzata in grado di effettuare quel particolare servizio o semplicemente non sono in grado di eseguire tali lavori in autonomia.

Un altro plus molto gradito è la consegna di sabato o a data certa: per chi ha difficoltà a garantire la propria presenza in casa durante tutto l’arco della giornata la possibilità di potere usufruire della consegna di sabato/ a data certa rappresenta senz’altro un incentivo all’acquisto.

Non va dimenticato poi l’SMS di avviso della fascia oraria di consegna: spesso i corrieri offrono tale servizio a pagamento ma il costo sostenuto sarà giustificato dalla maggiore soddisfazione del cliente che sarà maggiormente incentivalo all’ acquisto sapendo essere avvisato dell’imminente consegna del prodotto.

2. Evadi rapidamente gli ordini

Il mondo delle spedizioni sta cambiando velocemente: se fino a qualche anno era pensabile evadere un ordine in 2-3 giorni ad oggi un tempo di preparazione così “lento” potrebbe rivelarsi estremamente penalizzante. Pensiamo alle spedizioni Prime di Amazon che promettono la consegna a casa in 1-2 giorni dal momento in cui l’ordine è effettuato, in questo caso il tempo di preparazione/evasione dell’ordine è pressoché nullo…

A livello di spedizione il primo e fondamentale servizio da offrire è sicuramente quello di evasione rapida dell’ordine: per far ciò bisogna essere in grado di elaborare gli ordini in un tempo limitato: un obiettivo da porsi sarebbe quello di evadere gli ordini in un massimo di 1 giorno lavorativo.

In questa fase il processo di stampa delle etichette di spedizione è una parte fondamentale del processo evasione dell’ordine. La precisione e la velocità di esecuzioni sono fondamenti per garantire al cliente una consegna veloce e senza intoppi. Al crescere degli ordini ricevuti il processo di automatizzazione della creazione e della stampa delle etichette di spedizione è basilare per risparmiare tempo e riuscire a garantire un tempo di preparazione competitivo.

3. Esponi chiaramente i tempi di consegna

Indicare in modo chiaro e veritiero i tempi di consegna attesi per le spedizioni riduce i rischi di controversie successive alla vendita ed aiuta a consolidare il rapporto con i clienti.

I tempi di consegna infatti possono variare per ragioni territoriali (es. consegna verso le isole, località periferiche), per ragioni organizzative dei vettori ai quali ci affidiamo (es. località disagiate) o problematiche di servizio (es. picchi stagionali).

Se, da un lato, le problematiche di servizio interessano le spedizioni nel loro insieme per cui impattano sulla totalità delle spedizioni, le problematiche territoriali possono essere gestite in modo tale da differenziare le promesse di consegna in base al CAP finale della spedizione consentendo così ai potenziali clienti che risiedo in località più facilmente raggiungibili di visualizzare tempi di consegna più performanti rispetto a quelli che risiedono in località periferiche o disagiate.

Nel caso in cui non si agisca in questa maniera, infatti, si dovrebbe indicare come data di consegna promessa quella relativa alle località periferiche per non incorrere in spiacevoli problematiche post spedizione oppure si dovrebbe utilizzare una forbice di consegna prevista per tener conto delle differenze tra i vari CAP di consegna.

4. Affidati a più corrieri per le spedizioni ecommerce

Se nel momento in cui si avvia una nuova iniziativa può risultare vantaggioso affidarsi ad un unico vettore, col crescere del numero di spedizione gestite questo rappresenta senz’altro un limite.

Se si dispongono di più vettori per la consegna, infatti, sarà possibile distribuire le spedizioni tra di questi e trarre vantaggio dalle condizioni particolari offerte che generalmente tendono a essere differenti tra i diversi corrieri. Sicuramente il processo di scelta risulterà più complesso: infatti andrà eseguita una misurazione del pacco per determinare il peso volumetrico ed il peso reale dello stesso e tenere conto degli eventuali servizi accessori richiesti dai clienti; dopodiché, una volta individuati i pesi del pacco e il livello di servizio richiesto, sarà necessaria una comparazione tra i diversi corrieri a disposizione per scegliere il migliore per la spedizione in oggetto.

Va però sottolineato come l’operazione di comparazione non sia così immediata da implementare: questo perché si potrebbe dover effettuare un confronto tra contratti con caratteristiche differenti non direttamente comparabili (es. fattori di moltiplicazione/divisione diversi che incidono sul peso volumetrico dei pacchi oppure comparazioni tra contratti a peso reale con contratti a peso volume). Questa operazione aggiuntiva potrebbe infatti incidere negativamente sui tempi di evasione/consegna dell’ordine

Per cui, sopra ad una certa soglia di invii, tale processo va automatizzato per massimizzarne i benefici: il vantaggio in termini di tempo/denaro risparmiato sarà sicuramente maggiore del costo che il fornitore del servizio richiederà per l’automazione.

Affidarsi a un solo corriere espone anche a ulteriori rischi come scioperi o problematiche di periodo (es. picchi di consegna localizzati su un singolo corriere) che potrebbero incidere negativamente sulle promesse di consegna.

5. Avvisa i clienti in caso di problemi

Nel caso di problemi relativi alla preparazione dell’ordine o nel caso di ritardi nella consegna dovuti a problematiche legate ai corrieri bisogna avvisare tempestivamente il cliente.

In quest’ ottica è fondamentale il monitoraggio delle spedizioni, in modo tale da contattare proattivamente i clienti interessati: lasciare infatti che sia il cliente stesso a segnalarci la problematica, magari molti giorni dopo l’acquisto del prodotto, riduce drasticamente le possibilità di portare a termine la transazione con successo ed aumenta a dismisura i rischi di reso della merce inviata.

Vuoi saperne di più, contattaci!

Condividi il nostro articolo su:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *