Vai al contenuto

Guida pratica per creare una scheda prodotto ecommerce che converte

Una buona scheda prodotto è il biglietto da visita con cui presenti ciò che vendi on line: per creare un ecommerce che converte il traffico in vendite è necessario creare schede prodotto complete e accattivanti. Sia che tu offra un bene o un servizio, la scheda prodotto deve essere accattivante, ma allo stesso tempo fornire le corrette informazioni che permettano al cliente di fare una scelta d’acquisto consapevole e soddisfacente. Ci sono delle regole fondamentali per redigere una scheda prodotto efficace che valgono sia per vendita sui Marketplaces, sia per la vendita sul sito di proprietà. Di seguito ti illustriamo quali sono:

  1. Che cos’è una scheda prodotto
  2. Cosa fare prima di elaborare una scheda prodotto
  3. Contenuto testuale: cosa scrivere e come
  4. Testi scheda prodotto: occhio alla SEO
  5. Contenuto multimediale: foto prodotto e video
  6. Conclusioni

1- Che cos’è una scheda prodotto

Prima di tutto definiamo cos’è una scheda prodotto. La scheda prodotto è un insieme di contenuti testuali e multimediali con cui presenti il tuo bene o servizio al cliente. Sulla base di queste informazioni il cliente sceglie se acquistare il tuo prodotto o quello di un competitor. Ciò rende la scheda prodotto un elemento fondamentale da non sottovalutare per raggiungere i tuoi obiettivi di vendita.

2. Cosa fare prima di elaborare una scheda prodotto

Prima di immergerti nella scrittura vera e propria del testo devi definire qual’è il tuo target di riferimento e quali sono le buyer personas a cui ti stai rivolgendo. Ciò ti servirà per avere ben chiaro cosa scrivere e il tono più adatto per comunicare con le persone a cui ti stai rivolgendo.

3. Contenuto testuale: cosa scrivere e come

A questo punto ti starai chiedendo: “Bene, ho individuato il mio cliente tipo. Ora cosa scrivo per convincerlo ad acquistare il mio prodotto?” Semplice! Sviluppa il testo rispondendo a queste domande:

Qual è il bisogno del cliente che il mio prodotto riesce a soddisfare?

Quali sono le caratteristiche che lo rendono un prodotto interessante?

Perché il mio prodotto è migliore rispetto a quello dei concorrenti?

Perché il cliente deve scegliere il mio prodotto piuttosto che quello dei competitors?

Una volta che hai riposto a questi quesiti provvedi ad organizzare il testo in maniera chiara e fruibile. Sui Marketplace in genere è preferibile organizzare il testo per punti. In un punto riassumi le caratteristiche tecniche del tuo prodotto (es. composizione, taglia, colore, ecc.) in modo che il cliente abbia un riepilogo esaustivo delle specifiche dell’articolo che sta pensando di comprare.

Negli altri punti sviluppa le risposte alle suddette domande. In questo modo invoglierai il cliente ad acquistare il tuo prodotto e velocizzerai il tuo processo di scrittura. Sul sito di tua proprietà puoi scegliere come comporre il testo per cui puoi anche riepilogare le specifiche tecniche in una tabella e sviluppare le risposte alle domande in un testo descrittivo. Puoi suddividere il testo in capoversi in modo che il tutto sia chiaro e di piacevole lettura da parte dal cliente.

Utilizza un tone of voice adeguato: in base al tuo segmento di riferimento devi adeguare lo stile comunicativo. Se ti rivolgi ad esempio a dei professionisti prediligi un tono formale ed un linguaggio tecnico. Se invece stai vendendo delle t-shirt alla moda ad una clientela giovane utilizza un tono informale ed un linguaggio accattivante.

Più la comunicazione del messaggio che vuoi veicolare sarà efficace, maggiori saranno le probabilità che il cliente decida di acquistare il tuo prodotto.

4. Testi scheda prodotto: occhio alla SEO

la scheda prodotto è il fulcro della ricerca organica. Scrivi il testo utilizzando le parole chiave giuste in modo da intercettare i termini di ricerca utilizzati dai clienti. In questo modo riuscirai a competere con gli altri venditori per scalare la serp di Google o per comparire nelle prime pagine di ricerca dei marketplaces.

Conquistare una buona indicizzazione ti offrirà la possibilità non solo di aumentare le vendite, ma anche di ottenere recensioni da parte dei clienti ed eventualmente ridurre l’investimento in pubblicità. Per la ricerca delle giuste keywords utilizza gli strumenti di analisi messi a disposizione dai Marketplaces.

Ad esempio su Amazon, Brand Analytics ti offre la possibilità di individuare per una o più parole chiave quali sono le keywords che utilizzano i clienti e la loro frequenza di ricerca in un determinato periodo di tempo.

Per i motori di ricerca due validi strumenti sono Seozoom e Semrush con i quali puoi ottenere informazioni dettagliate sulla keyword di tuo interesse e puoi ampliare il numero di parole chiave relativo al tuo prodotto.

5. Contenuto multimediale: foto prodotto e video

Hai scritto il testo perfetto per convincere i clienti ad acquistare il tuo prodotto. Ora devi pensare all’aspetto multimediale, ovvero l’insieme di immagini e video da pubblicare all’interno della pagina prodotto. Può sembrare scontato, ma immagini e parole devono essere coerenti e comunicare lo stesso messaggio. L’immagine deve rappresentare in forma visiva ciò che hai scritto nel testo.

Se ad es. vendi delle scrivanie e nel testo hai scritto che esse sono perfette per il lavoro dovrai creare un’immagine ambientata in cui presenti una scrivania all’interno di uno studio o un ufficio. Se pubblicassi un’immagine in cui è presente una scrivania posizionata in una camera per ragazzi il testo risulterebbe incoerente con l’immagine proposta. Inoltre, ogni piattaforma richiede delle specifiche tecniche peculiari.

Leggi l’articolo FOTO PRODOTTO PER ECOMMERCE: QUALI SONO LE FOTO GIUSTE E COME FARLE e scopri tutti i consigli e le best practice per creare delle immagini adatte per l’ecommerce.

6. Conclusioni

Ora hai tutti gli strumenti per scrivere delle schede prodotto di qualità e far crescere sempre di più le tue vendite. Fornendo le giuste informazioni fai sì che il cliente faccia una scelta consapevole. In questo modo ridurrai il rischio che ci siano resi o che il cliente pubblichi delle recensioni negative sulla tua azienda e sul tuo prodotto. Inoltre il carico di lavoro del customer care viene alleggerito poiché il cliente ha tutte le informazioni di cui ha bisogno per prendere la decisione sull’acquisto. Ora tocca a te..non ti rimane altro che metterti all’opera!

Siti utili per l’analisi SEO del proprio sito ecommerce:

https://it.semrush.com/

Vuoi saperne di più, contattaci!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *